“FATE QUALCOSA” (cit. univerale)

“FATE QUALCOSA” (cit. universale)

E adesso?

Ci troviamo di fronte l’ennesima tragedia che si sarebbe potuta evitare e, mentre la politica inveisce, sbraita, fa annunci eclatanti che decantano gesta rivoluzionarie (dalla presa di Atlantia/fortezza dei Benetton al ripescaggio di dichiarazioni ancestrali di sedicenti politicanti…)…il dolore di chi in quel “disguido strutturale” ha perso un fratello, un figlio, un marito, una compagna, una madre…si disperde nell’aria di parole, lacrime e urla che dureranno il tempo di trovare “qualcos’altro di cui sparlare”.
Siamo in Italia, gente. Qui i ponti crollano, le voragini si aprono nelle strade e le case si frantumano. La classe dirigente ci specula e la politica cavalca l’onda (nel bene e nel male!). Ma è anche vero che siamo in Italia, gente. E qui, il “FACCIAMO QUALCOSA” lo realizzano uomini e donne, spesso volontari, che a mani nude, quando i mezzi o la speranza generale spesso latitano…scavano e non si arrendono.
Sono loro quello che mi da fiducia ancora nell’uscire di casa e affrontare il mio paese, anche solo nel semplice gesto di infilarmi in macchina, mettere la prima e attraversare un ponte sulla cui costruzione so poco (qualità dei materiali, stato del terreno, manutenzione ridotta ai minimi termini)…c’è un altra Italia, gente. Che non rimugina sul passato, ma salva il presente. Di tutti.

The FAm

#mangiascriviama

IMG_1102

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...